Intervista a Elisa, Villa Frua

 

Qual’è il suo ricordo più intenso legato a Stresa?

Quando ero piccola, i pranzi di famiglia qui da noi in Villa…e le remate in barca con il mio papà la mattina presto, per andare poi sull’isola pescatori a bere il caffè!

Se dovesse dire qual’ è il periodo dell’anno o il momento della giornata che preferisce a Stresa, quale sarebbe?

Le mattine di primavera quando iniziano a sbocciare i primi fiori e inizia a sentirsi il profumo della primavera!

C’è un luogo segreto di Stresa che vuole rivelarci, oppure semplicemente dirci qual’è il suo posto del cuore a Stresa?

Amo molto un punto del lungolago un po nascosto….nel punto della passeggiata dove si trova un albero a forma di ombrello, con tutti i rami contorti (non so esattamente la specie..) quasi di fronte all’isola Bella, prima della villa Palazzola….allego foto!

Se dovesse legare Stresa ad un odore o a un profumo, quale sarebbe?

Il profumo di Osmanthus

Mettiamo il caso di dover creare un insider guide: tre posti a Stresa che consiglierebbe a chi non la conosce. Può essere un bar, un ristorante, un hotel, ma anche un negozio, un evento o una cosa da fare o da visitare.

Sky bar, il vicolo del fornello sull’isola bella, vorrei dire se posso….Villa Frua!

Tre parole per descrivere Stresa.

Romantica, poetica, a volte malinconica.

 

Leggi un’altra intervista

Share on    Share on Facebook
Facebook
Google+
Google+
Email to someone
email

Tag Cloud:

By Aqu4diS